Info

Serie, colonne sonore e racconti noir, così si può riassumere il nuovo album di Floraleda Sacchi e Damiano Grandesso.

Series Noir raccoglie colonne sonore di popolari serie cinematografiche, TV e web realizzate con arrangiamenti originali degli interpreti e un uso sapiente dell’elettronica che colora quest’album di sfumature avvincenti.

L’album si apre con due brani di Hans Zimmer: un’aggressiva e sferragliante versione del tema Dark Knight (Batman) e il solenne brano Chevaliers de Sangreal che contraddistingue il film Codice Da Vinci e sequel.

In alcune tracce sono i respiri nel sax o i rumori della meccanica dello strumento a dettare suoni che ricordano il mare (The Danish Girl di Alexandre Desplat) o creano una base ritmica (Dexter di Daniel Licht).

L’arpa è spesso suonata con carta o metallo tra le corde o lasciata in purezza come negli intensi brani di Max Richter (temi di Black Mirror, The Leftovers, Shutter Island). Lo strofinare sulle corde o sulla tavola armonica crea i tappeti su cui si dispiegano temi famosi come The Rains of Castamere da Game of Thrones di Ramin Djawadi.

Per la struggente London Calling di Micheal Gioacchino (Star Trek – Into Darkness) il sax si trasforma in un inquietante ronzio di fondo, mentre l’arpa si trasforma in un irreale clavicembalo che disegna tocchi di luce nel neo-barocco Vocalise di Wojciech Kilar.

Sebbene accompagnino storie noir, thriller, scene sanguinose o inquietanti futuri sci-fi, curiosamente queste musiche suonano estremamente sentimentali, delicate e a volte anche sexy.

Fatevi ispirare da Series Noir e traccia dopo traccia dalle spietate frasi tratte dai film.

Perché cadiamo? Così possiamo imparare a rialzarci.
/Batman, The Dark Knight

Quello che conta veramente è ciò in cui credi. 
/The Da Vinci Code

Nessuno ha dovuto dirmi nulla. So chi sono.
/Twilight

L’umanità è nata sulla terra. Questo non significa che debba morire qui.
/Interstellar

Vediamo solo due cose nelle persone: quello che vogliamo vedere in loro e ciò che queste vogliono mostrarci.
/Dexter

L’oscurità sta arrivando.
/Star Trek Into Darkness

Mi vuole rinchiudere.
/The Danish Girl

Mettiamo del nero sugli specchi nei tempi di lutto così da non dover pensare a noi stessi.
/Black Mirror

Sapeva che era possibile precipitare senza fine.
/The Leftovers

E così parlò quel Signore di Castamere, ma ora la pioggia piange nella sua corte senza che nessuno la ascolti.
/Game of Thrones

L’amore dice: Ricordati, sono il vento. Tu sei la brace che incendio.
/The Golden Age

Se scaviamo risorse preziose dalla terra, fomentiamo il disastro.
/Koyaanisqatsi

Forse ci sono cose sulla terra che è meglio non conoscere.
/Shutter Island

Nulla è più affidabile di un uomo la cui lealtà può essere comperata con denaro contante.
/The Ninth Gate